CASTELLO SFORZESCO: RECORD DI VISITATORI

di Carlo Radollovich

L’immagine turistica del Castello si presenta rilanciata con notevole successo. Infatti, si calcola che nel corso del 2017 l’affluenza di visitatori si sia attestata sui tre milioni circa, facendo registrare un aumento superiore all’11% rispetto al 2016.

Grazie alla sua ubicazione centrale rispetto ad altri punti culturali strategici, il Castello è in grado di attrarre turisti in via prioritaria. Inutile aggiungere che la loro “fame” di arte non viene mai delusa.

Certamente, già in previsione dell’Expo 2015, si era voluto dare avvio a precise opere di valorizzzazione dell’imponente costruzione.

Citiamo ad esempio gli accurati interventi relativi a numerose parti dei fossati, la ristrutturazione delle merlate, i lavori di restauro riguardanti la torre del Filarete, la torre del Carmine, l’antico ospedale spagnolo, l’allestimento del museo di arti decorative, un grazioso bar (molto apprezzato dagli stranieri) inaugurato davanti al cortile della Rocchetta, la creazione di diverse realtà virtuali che immergono i visitatori in certi giochi cavallereschi di stampo medievale e altro ancora.

Una particolare segnalazione merita il restauro della Sala delle Asse. Qui, la fantasia di Leonardo si sbizzarriva  ampiamente creando un finto pergolato di gelsi che sicuramente incanterà coloro che intendessero varcare la soglia di tale sala, quando a maggio del prossimo anno verrà aperta. E approfittiamo dell’occasione per accennare ai meravigliosi disegni di paesaggi, attribuiti alla mano dello stesso Leonardo, che qui i lavori di restauro hanno già portato alla luce.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *