SANITÀ: LE SOLITE ANOMALIE ESTIVE

di Carlo Radollovich

Come di consueto, le ferie estive dei nostri medici e del personale infermieristico negli ospedali milanesi, mettono in crisi la sanità nel suo complesso. Non solo vengono dimezzati i posti letto in chirurgia, ma anche quelli relativi alla terapia intensiva si ridurranno del 25%.

Gia’ all’ inizio dell’estate si era pensato di adottare una particolare strategia in previsione delle assenze dei medici. E infatti si concretizzava da subito una riduzione di un centinaio di letti in tutta Milano.

Per luglio ci si attende un ulteriore “sfoltimento” mentre per agosto ci si imbatterà in un calo che sfiorerà addirittura il 30%.

Ovviamente, in tali circostanze, si è voluto tener conto delle urgenze che variano da reparto a reparto. Nella maternità, ad esempio, i tagli non supereranno il 20%.

Piu’ tranquilla, almeno per luglio, si presenta la situazione per coloro che devono sottoporsi a manovre relative alla riabilitazione, mentre in agosto caleranno sensibilmente queste prestazioni.

Per quanto riguarda gli interventi chirurgici, questi verranno posticipati a settembre, con la sola esclusione delle urgenze.

Sussiste poi un argomento che sta particolarmente a cuore alle nostre autorità, specialmente d’estate: garantire ampia sicurezza nei pronto soccorsi. Non si devono infatti ripetere quei pesanti casi di aggressione al personale medico e infermieristico che la cronaca ha registrato anche di recente.

Considerato che le condizioni di lavoro non possono e non devono subire alcun sopruso, si dà per certo che a tutto il personale possa essere sempre assicurata la massima serenità professionale in ogni contesto. Allo scopo si stanno studiando opportune misure, sia nel settore pubblico sia in quello privato, da concordare con la Questura. Presidi di vigilanza, ma anche opportuni video, segnalatori di potenziali allarmi, saranno benvenute apparecchiature se distribuite in tutta la città con particolare accortezza.

 

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *