In Germania multe salate ai genitori che portano i figli in vacanza nei giorni di scuola

di Donatella Swift

Arriva dalla Germania una notizia che in realtà non dovrebbe sconvolgere più di tanto, ma che sta suscitando qualche polemica: le famiglie che porteranno i figli in vacanza a scuola in corso verranno multate pesantemente dallo Stato, fino anche a 10.000 euro, a meno di non produrre una valida motivazione. A comminarle sarà la stessa Polizia su mandato delle autorità scolastiche locali.

Il provvedimento ha avuto una eco piuttosto importante, perché – soprattutto in occasione dei festeggiamenti della Pentecoste – molte famiglie tedesche da sempre scelgono di attaccare ai giorni di festività canonici un altro paio di giorni, durante i quali però gli studenti dovrebbero essere a scuola, per poter pagare meno una vacanza che di per sé in quei giorni risulta molto costosa. Peccato però che per lo Stato la situazione voli low cost non sia da considerarsi come una motivazione più che valida per saltare giorni di scuola. È dunque accaduto che in occasione dell’ultima celebrazione della Pentecoste 20 famiglie siano state sottoposte a veri interrogatori presso gli scali di Memmingen, Norimberga e Monaco e successivamente invitate, nemmeno tanto amichevolmente peraltro, a presentarsi alle stazioni di polizia locali portando una certificazione medica in grado di attestare, se non appunto giustificare, l’assenza da scuola dei propri figli. Nel caso non dovessero essere in grado di produrre tale documentazione, per queste 20 famiglie scatteranno le multe, che variano da regione a regione: in Baden – Wuttemberg per esempio per il mancato rispetto dell’obbligo scolastico sono previste pene fino a 10.000 euro, a Berlino ed a Brandebutgo la richiesta è pari a 2.500 euro.

Chissà come la prenderebbero molte famiglie italiane nel caso si vedessero comminare pene pecuniarie per aver deliberatamente fatto saltare giorni di scuola effettiva ai propri pargoli in pieno anno scolastico. Personalmente ho avuto a che vedere con famiglie che se ne sono andate alle Maldive nel periodo invernale o che hanno organizzato week end lunghi, da giovedì a lunedì, ben sapendo che erano previste verifiche in quei giorni.

Una volta tanto dalla Germania, come del resto anche nel Regno Unito dal 2013, arrivano suggerimenti più che auspicabili anche nel contesto di casa nostra.

 

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *