ROSETUM: IL PREMIO “LA ROSA D’ORO” ALLA XIX EDIZIONE

di Ugo Perugini

Il Gruppo Artistico Rosetum è uno dei più importanti sodalizi milanesi. Fu inaugurato nel 1957, anche se già qualche anno prima il padre francescano Vittricio Mabellini aveva avuto l’idea di realizzare un centro culturale per gli abitanti del quartiere.

Già nei primi anni, gli amanti della pittura erano soliti trovarsi il venerdì sera per dipingere, per confrontarsi, per discutere tra loro, ma fu solo nel 1965 che si costituì il Gruppo Artistico Rosetum, una associazione con lo scopo di diffondere la passione per le belle arti. Nel frattempo, l’anno prima, aveva visto la luce la Prima Edizione del Premio Rosetum, che diventerà uno dei più prestigiosi appuntamenti per gli artisti non solo milanesi.

Dal 1971, si apre presso il Centro Culturale anche la Galleria Velasquez, in stile neogotico lombardo revivalistico, con i mattoni a vista, dove gli artisti possono esporre le loro opere e in seguito si dà il via al Premio “La Rosa d’oro”, giunta alla sua diciannovesima edizione.

Oggi, il GAR, di cui è Presidente Roberta Rossi, conta 131 soci tra pittori, scultori e poeti e offre diversi servizi e manifestazioni culturali e artistiche come dibattiti, concorsi interni, visite guidate. Inoltre, vengono organizzati continuamente corsi di pittura, di disegno, di scrittura creativa. Tra le ultime affermazioni del gruppo merita segnalare l’assegnazione del Palio Artistico Expo 2015, su 26 gruppi partecipanti in tutta la città, e l’esposizione presso il Salone liberty di Banca Prossima.

L’inaugurazione e la premiazione della mostra degli artisti partecipanti alla diciannovesima edizione del Premio “La Rosa d’oro”, tutti di eccellente livello qualitativo, si è svolta il 17 marzo, nel cortile del Centro Culturale Rosetum. La Mostra resterà aperta al pubblico fino al 28 marzo e dal 14 al 22 aprile verrà trasferita nella Sala delle Colonne di Villa Burba a Rho.

In calce, le foto relative ai quadri premiati dalla Giuria e i nomi dei vincitori.

Mario Bonifacio
Mario Bonifacio, originario di Portici, vive a Milano dal 1961. Pittore figurativo, dipinge a olio.

 

Luigi Anelli - La scatola di Tina N°6
Luigi Anelli, milanese, allievo del Maestro Giancarlo Bertani, dipinge in prevalenza ad olio.

 

Elisa Zilli
Elisa Zilli, milanese, passa dall’impressionismo all’informale, dipinge ad olio e acrilico.

 

Da segnalare che l’esposizione è stata dedicata al Maestro Giancarlo Bertani, artista e docente, che ha insegnato per anni presso il Centro Culturale Rosetum, di cui è stato presidente dal 1974 al 1977. Il pubblico che visiterà la mostra avrà la possibilità di votare l’artista al quale verrà assegnato il Premio della Giuria Popolare.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *