I LAVORI RELATIVI ALLA LINEA BLU

di Carlo Radollovich

Ci eravamo già occupati, nel recente passato, della Linea 4 della metropolitana milanese, sottolineando l’importanza che la stessa rivestirà nel tessuto under ground della nostra città. Anzitutto le diverse connessioni con le altre Linee, tra cui l’incrocio con la M1 nella stazione di San Babila e l’intersezione con la M2 nella stazione di Sant’Ambrogio, e poi l’elevato numero di passeggeri che riuscirà a trasportare dall’aeroporto di Linate sino al centro di Milano in una ventina di minuti circa.

Il problema attuale, che è al centro di numerose discussioni, riguarda la tempestività della sua realizzazione. Infatti, se si considera che i primi lavori erano già stati avviati nel 2012, ci si rende conto come l’operatività di tutti i “congegni” che concorrono alla sua costruzione, stiano marcando decisamente il passo. Certo, le condizioni del sottosuolo sono del tutto particolari e le operazioni meccaniche devono procedere con la necessaria cautela, anche in presenza di reperti archeologici che devono essere studiati in armonia con l’Intendenza alle Belle Arti. Ma è possibile – ci si chiede – impiegare parecchi anni per portare a termine lavori, senza dubbio onerosi, riguardanti quindici chilometri di scavi?

In questi giorni, la tratta orientale della M4, da viale Argonne a piazza Tricolore, per complessivi cinque chilometri di percorso, è stata finalmente scavata riuscendo pertanto a superare il 35 per cento circa dell’intera opera.

Dal prossimo mese di giugno, le talpe meccaniche inizieranno i loro lavori partendo da San Cristoforo (capolinea), mentre a febbraio 2019, come si ipotizza, si opererà tra Tricolore e Solari.

E quando si presume di inaugurare l’intera Linea? Per il momento si conferma la data di fine 2022, mentre una buona notizia, si fa per dire, riguarda il tratto Linate – Stazione FS Forlanini, il cui completamento dovrebbe avvenire nella primavera del 2021. Si tratta della realizzazione di tre fermate che, per la verità, dovevano essere già funzionanti in occasione dell’apertura di Expo 2015…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *