PANETTONE D’ORO 2018: LA XIX EDIZIONE DEL PREMIO ALLA VIRTÙ CIVICA DEI MILANESI

La Redazione

Il tradizionale appuntamento milanese, nato a metà degli anni ʼ90 per iniziativa del Coordinamento Comitati Milanesi, e oggi condiviso attivamente da Comieco (Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica), AMSA – Gruppo A2A, Assoedilizia, Amici di Milano, Associazione SAO, Ciessevi, City Angels e Legambiente, ha premiato 20 cittadini e 20 associazioni e gruppi di cittadini che si sono distinti nel capoluogo lombardo e negli altri 133 comuni della Città metropolitana di Milano per il loro impegno nella tutela dei più deboli, nell’attenzione all’ambiente, nel rispetto della cultura e della tradizione civica e nella difesa dei diritti dei cittadini.

La cerimonia di premiazione si è svolta a Milano, il 3 febbraio (giorno dedicato a San Biagio) all’auditorium della Fondazione Cariplo, in largo Mahler, alla presenza dei più importanti rappresentanti delle Istituzioni milanesi e di centinaia di cittadini.

foto 1
La giuria

La giuria, composta da un rappresentante di ognuna delle organizzazioni che promuovono il premio, ha premiato i prescelti con un attestato e una spilla d’oro a forma di panettone, in segno di ringraziamento della cittadinanza verso coloro che hanno dato il proprio contributo per migliorare la vita della città metropolitana di Milano e dei suoi abitanti.

Tra i premiati citiamo Claudio Campesi, impegnato nella lotta civile contro la ‘ndrangheta come membro di associazioni antimafia e come giovane giornalista; Raffaella Lorenzi, impegnata ad approfondire e divulgare tra gli studenti i temi della guerra, della deportazione e del razzismo; Leonardo Resconi, direttore artistico del Gruppo Teatrale del Pentagono che organizza gli eventi «Theatre For Food» per raccogliere cibo che viene poi distribuito alle persone indigenti; Fulvio Scaparro, psicologo e psicoterapeuta fondatore dell’Associazione GeA-Genitori Ancora a sostegno dei figli e dei genitori nelle vicende separative e impegnato a favore della mediazione familiare in caso di conflitti; Francesco Basilico, meccanico che nei momenti liberi dedica il proprio tempo agli altri prestando servizio a Milano per distribuire coperte, cibo e bevande ai senzatetto e raccoglie nella propria officina vestiti di seconda mano da donare ai più bisognosi; la classe 5ªD della

Gli alunni della classe 5ªD della Scuola Primaria Maria Cristina Luinetti di Cesate
Gli alunni della classe 5ªD della Scuola Primaria Maria Cristina Luinetti di Cesate

Scuola Primaria Maria Cristina Luinetti di Cesate che ha elaborato il progetto “Educazione alimentare e lotta allo spreco” seguito dalla proposta al Sindaco di Cesate Giancarla Marchesi per un’iniziativa anti-spreco a favore delle famiglie in difficoltà della zona e a salvaguardia dell’ambiente, e la nostra collaboratrice Giovanna Guiso, premiata con questa motivazione: Impegnata a diffondere la cultura della sicurezza stradale e della prevenzione, in particolare per i bambini trasportati, ha scritto l’unico manuale educativo esistente per le moto: «La famiglia in moto. Come trasportare i bambini in moto con sicurezza». Lo ha pubblicato e distribuito a proprie spese agli alunni di molte scuole elementari della zona nord di Milano. Successivamente il volume è stato ripubblicato dalla Federazione Motociclistica Italiana Regione Lombardia, che lo invia gratuitamente a chi ne faccia richiesta”.

La nostra collaboratrice Giovanna Guiso
La nostra collaboratrice Giovanna Guiso

Il simbolo del panettone è stato scelto come emblema del Premio alla Virtù Civica perché il panettone è uno dei simboli più importanti di Milano. È un dolce conosciuto ed esportato in tutto il mondo e protetto da un Decreto Ministeriale che ne stabilisce forma, ingredienti e metodi di fabbricazione. Il marchio Panettone Tipico della Tradizione Artigiana Milanese, registrato dalla Camera di Commercio di Milano, identifica i dolci realizzati seguendo il preciso disciplinare fedele alla tradizione meneghina. A Milano è usanza mangiarlo in famiglia nel giorno di San Biagio (medico e vescovo vissuto nel III secolo e invocato per la guarigione delle malattie della gola) per preservarsi dai mal di gola per tutto l’anno.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *