PARTE LA NUOVA STAGIONE DI “PALAZZO MARINO IN MUSICA”

di G.P.

Debutta questa domenica 11 febbraio la nuova stagione di “Palazzo Marino in Musica“, la rassegna di spettacoli musicali e concerti gratuiti di musica classica giunta quest’anno alla sua settima edizione.

Patrocinata dal Comune, e organizzata dall’Associazione Equivoci Musicali, con la direzione artistica di Ettore Napoli e Davide Santi, “Palazzo Marino in Musica” si arricchisce quest’anno di tre date in più rispetto alle scorse edizioni, grazie al contributo di Intesa San Paolo. Da febbraio fino a novembre 2018, infatti, per una domenica al mese, si terranno presso la splendida Sala Alessi di Palazzo Marino ben 9 concerti di artisti solisti ed ensamble internazionali.

L’edizione di quest’anno di “Palazzo Marino in Musica” si divide in due parti distinte: la prima, intitolata “Chiaroscuri e dissonanze. Da Monteverdi a Caravaggio“, accompagna la mostra dedicata al Caravaggio e ai suoi eredi, allestita presso le Gallerie d’Italia in Piazza della Scala, in un dialogo serrato tra l’arte pittorica del Merisi e la musica barocca del compositore cremonese Claudio Monteverdi.

Ad aprire la stagione, domenica 11 febbraio sarà un trio di giovani artiste: Francesca Cassinari (soprano), Flora Papadopoulos (arpa doppia) e Noelia Reverte Reche (viola da gamba), che insieme formano Il Caleidoscopio Ensamble, e che proporranno “Il canto delle gentildonne”, un programma di arie e madrigali a voce sola nel corso del quale saranno eseguiti anche pezzi scritti dalle compositrici Barbara Strozzi e Francesca Caccini. Si prosegue domenica 11 marzo con il Quartetto di Liuti da Milano, che eseguirà un repertorio di madrigali e canzonette; mentre il Domus Artis Ensamble – quintetto vocale proveniente Schola Cantorum Basiliensis di Basilea – andrà a chiudere la prima parte della stagione, domenica 8 aprile, con “Vattene pur, crudel!”, un concerto di musica vocale rinascimentale con brani di Cipriano de Rore, Giaches de Wert, Sigismondo d’India e Luca Marenzio.

La seconda parte dell’edizione 2018 di “Palazzo Marino in Musica”, intitolata “Sentieri d’Oriente“, invece, propone al pubblico un palinsesto originale, che esplora in musica il tema dell’Orientalismo, raccontando il percorso di avvicinamento della cultura europea a quella asiatica. Si parte domenica 6 maggio con “Incontri musicali lungo la Via della Seta”, si prosegue poi il 3 giugno con “Esotismo e favole in musica”, e ancora il 1° luglio con “I colori dell’estremo Oriente”; il 2 settembre è la volta di “Missionari musicisti nella Cina Imperiale”, mentre il 7 ottobre tocca a “Sogni d’Oriente” e, infine, si chiude domenica 4 novembre con “Sonorità dall’Europa orientale”. Il programma prevede l’esecuzione di brani di fine ottocento di compositori come Puccini, Mascagni e Massenet, ma anche sonorità di artisti contemporanei come Philip Glass, Bright Sheng e Toshio Hosokawa.

Ricordiamo che i concerti di “Palazzo Marino in Musica” sono tutti ad ingresso gratuito, previa prenotazione sul sito. Per maggiori informazioni sul programma, vi rimandiamo come sempre al sito ufficiale dell’iniziativa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *