“CONVIVIANDO”: L’ARTE DELLA TAVOLA IN MOSTRA A PALAZZO REALE

di G.P.

Ha aperto oggi, giovedì 25 gennaio, a Palazzo Reale, la mostra ad ingresso gratuito “Conviviando – L’arte della tavola tra passato e futuro“, un viaggio attraverso i secoli nella storia dell’arte della decorazione della tavola e della convivialità.

“Conviviando” – promossa da Comune e HOMI, Salone degli Stili di Vita di Fiera Milano, e curata da Cinzia Felicetti, direttore responsabile di Marie Claire Maison Italia – rimarrà in esposizione fino a giovedì 15 febbraio 2018, presso le splendide sale dell’Appartamento del Principe di Palazzo Reale.

L’allestimento di “Conviviando” si configura come un vero e proprio percorso scenografico che – prendendo come fonte d’ispirazione 10 celebri pellicole cinematografiche d’ambientazione storica – racconta l’evoluzione dello stile e dell’arte della tavola.

Dalla sfarzosità ostentata e teatrale del barocco francese, alle sfumature pastello e le delicate porcellane del Rococò, tributo ai quadri di Jean-Honoré Fragonard e François Boucher, fino alle apparecchiature di gusto quasi geometrico di inizio Ottocento, figlie del passaggio dal servizio “alla francese” a quello “alla russa” che affida ai camerieri il compito di servire i piatti a tavola in successione; e ancora la policromia vittoriana di fine Ottocento che si evolve nel primo ventennio del Novecento in art déco e che rivive più di trent’anni dopo nell’eclettismo dei rivoluzionari anni ’60: “Conviviando” cattura e racconta le tavole imbandite attraverso i secoli, gli oggetti che le hanno decorate e i commensali che le hanno allestite e ne hanno preso parte, animandole.

Tavola

Come già anticipato, “Conviviando” si sviluppa prendendo spunto da 10 film, italiani e stranieri, di cui ripropone altrettante “messe in scena”: partendo da “Vatel”, pellicola francese diretta da Roland Joffé, ambientata a fine ‘600 e ispirata alla storia dell’inventore della crema Chantilly, al “Marie Antoinette” di Sofia Coppola, film dedicato alla storia della celeberrima e sfortunata regina francese. Dalle atmosfere futuristiche e glaciali del recente “Ex Machina”, al sobrio ed elegante bianco e nero di “Coco Chanel & Igor Stravinsky”, passando per l’eleganza di “Emma”, tratto dal romanzo di Jane Austen, e la decadenza di “Morte a Venezia” e “Il Gattopardo”, entrambi capolavori diretti da Luchino Visconti. E ancora l’art déco degli sfavillanti anni ’20 de “Il grande Gatsby” di Baz Luhrmann, l’orientalismo glamour anni ’60 di “A Single Man” di Tom Ford fino alla mitizzazione della figura dello chef de “Io sono l’amore”, del regista Luca Guadagnino, il cui ultimo film “Chiamami col tuo nome” è stato candidato qualche giorno fa a ben 4 premi Oscar.

Ricordiamo che è possibile visitare gratuitamente la mostra “Conviviando” fino al 15 febbraio 2018, ogni lunedì dalle 14.30 alle 19.30, martedì, mercoledì, venerdì e domenica dalle 9.30 alle 19.30, e giovedì e sabato dalle 9.30 fino alle 22.30.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *