“NOVECENTO ITALIANO”: 150 EVENTI PER RACCONTARE IL SECOLO SCORSO

di G.P.

Da gennaio fino a dicembre 2018, con “Novecento Italiano“, Milano celebra il secolo appena trascorso attraverso un ricco palinsesto di incontri, mostre, spettacoli, performance e concerti.

Pittura, scultura, teatro, letteratura, musica, moda, architettura, design: tutte le espressioni artistiche, culturali e sociali che hanno animato il Novecento, influenzando il resto del mondo e determinando lo sviluppo di linguaggi nuovi, saranno raccontate e celebrate attraverso una serie di eventi e iniziative nel corso dei prossimi 12 mesi.

In ambito teatrale si è scelto di portare in scena alcuni dei testi drammaturgici classici più significativi che hanno segnato il Novecento, come: “Il sindaco di Rione Sanità” di Eduardo De Filippo, dal 9 fino al 28 gennaio al Piccolo Teatro Grassi; “Le Sorelle Materassi” di Aldo Palazzeschi, dal 9 al 21 gennaio al Teatro Franco Parenti; e “L’angelo dell’informazione” di Alberto Moravia, dal 9 gennaio al 4 febbraio al Teatro Out Off. E poi: “Primo”, testo dedicato alla vita di Primo Levi, autore “Se questo è un uomo”, diretto da Giovanni Calò e in scena al Salone PACTA dal 30 gennaio al 4 febbraio; e “Matilde”, testo e regia di Renato Sarti, dal 24 al 28 gennaio al Piccolo Teatro Studio Melato, un’opera che – attraverso le voci di madri, mogli, sorelle e figlie dei deportati – mette in luce il “non eroismo” di chi si oppose al Nazifascismo; e ancora “Il giuramento” di Claudio Fava, con la regia di Ninni Bruschetta dal 20 al 25 febbraio al Tieffe Teatro di via Menotti, che racconta la vita di Mario Carrara, uno dei padri della medicina legale italiana, passato alla storia come uno dei pochissimi docenti universitari italiani che rifiutarono il giuramento di fedeltà al Fascismo.

La mostra d’arte “Art Life Politics: Italia 1918-1943″, a cura di Germano Celant e in esposizione dal 15 febbraio al 25 giugno presso la Fondazione Prada, attraversa il panorama artistico e culturale italiano tra le due guerre, in corrispondenza con la nascita, l’affermazione e la caduta del Fascismo. “Milano e la Prima Guerra Mondiale 1917-1918″, in mostra dal 15 marzo al 15 luglio a Palazzo Morando, invece, illustra il ruolo nevralgico di Milano durante la Grande Guerra. “Segno, forma e colore del Novecento italiano”, dal 23 marzo al 22 luglio al Castello Sforzesco, è una mostra sui capolavori della grafica italiana, con oltre 200 disegni, libri d’artista e stampe realizzate dai più celebri maestri del 20esimo secolo, da Boccioni a Pistoletto. “Milano68. Contestazione e industria culturale”, in mostra dal 18 maggio al 14 luglio alla Biblioteca Centrale Sormani ripercorre attraverso periodici, editoria alternativa, dischi in vinile e spartiti, la storia della controcultura, a cinquant’anni dal divampare della contestazione studentesca. Medesime le tematiche anche per “’68 Stagione Ribelle”, la mostra sui movimenti giovanili internazionali alla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli dal 15 settembre al 30 ottobre.

Achille Castiglione – uno dei più importanti maestri del design italiano – viene celebrato nell’omonima mostra allestita alla Triennale di Milano dal 13 settembre al 13 gennaio 2019. Con “Ettore Sottsass. There is a Planet”, dall’11 marzo presso la Triennale Design Museum, Milano invece vuole omaggiare, a cent’anni dalla sua nascita, l’innovativo architetto e designer austriaco. La mostra dedicata a Carlo Carrà, pittore milanese futurista e metafisico, invece, sarà in esposizione dal 4 ottobre al 3 febbraio 2019 a Palazzo Reale.

Queste sono solo alcune delle numerose iniziative – più di 150 – di “Novecento Italiano”, in calendario per tutto il 2018. Per il programma completo vi rimandiamo, come sempre, al sito ufficiale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *