CASERMA MONTELLO: TRASFERIMENTO IMMIGRATI

di Carlo Radollovich

L’ex Caserma Montello vestirà, in un futuro assai prossimo, il prestigioso abito della “Cittadella della Polizia “.

Tuttavia, per consentire la creazione di questa valida struttura, i circa duecento richiedenti asilo,  ivi residenti, dovranno ovviamente essere trasferiti.

Tale numero di persone era stato già ridotto (solo alcuni mesi fa sfioravano le quattrocento), ma in questi giorni si insiste particolarmente nell’azzerare le presenze entro il prossimo 31 dicembre, al fine di non rimandare la creazione dell’accennata “Cittadella “, che sarà la vera casa delle “Volanti” dopo un’attesa prolungata in locali non sufficientemente spaziosi, ubicati presso la caserma Garibaldi.

E’ indubbio che le commissioni territoriali, per poter osservare la scadenza prefissata del 31/12, siano sottoposte ad un estenuante lavoro: da un lato ricollocare gli immigrati presenti, dall’altro riesaminare le domande relative a nuovi richiedenti asilo.

Si ipotizza a questo proposito il collocamento presso altri Paesi europei e presso le reti di Cas (Centri di Accoglienza Straordinaria) di Sprar (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati), ossia quei particolari centri che possiamo definire di seconda accoglienza.

E indubbio che, procedendo in tale modo, le operazioni relative allo spostamento dei residenti della Montello risulterebbero, per la Prefettura, decisamente più facilitate.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *