EMA, AGENZIA DEL FARMACO – MILANO SE L’AGGIUDICHERÀ?

di Carlo Radollovich

Dopo l’addio da parte di Londra (effetto Brexit), la futura Ema, con 900 dipendenti da trasferire, troverà posto in una delle diciotto città candidate tra cui Milano, Amsterdam, Stoccolma, Bonn e Bratislava.

La nostra Milano, confidando che possa conquistare questo ambito “premio”, un prezioso lancio a tutto vantaggio della nostra economia, sembrerebbe trovarsi attualmente in pole position. Quali le probabili chances a nostro favore ? Disponiamo di un edificio famoso in tutta Europa, opera di Gio Ponti, ossia il Grattacielo Pirelli, che potrebbe essere ceduto come sede dell’Ema. Inoltre, possiamo contare su contatti aerei diretti con tutte le capitali europee.

A quando l’ultima decisione da parte Ue? Dovremo attendere ansiosamente sino a lunedì 20 novembre, giorno in cui verranno effettuate le votazioni finali.

Per ora incassiamo un importante voto a favore e cioè quello della Slovenia. Infatti, il presidente Karl Erjavec si è detto addirittura convinto che l’Italia si aggiudicherà alla prima tornata l’importante Agenzia del Farmaco.

In ogni caso, il temutissimo toto-Ema  è già stato avviato a spron battuto. Pur considerando Copenaghen, Vienna e Amsterdam candidate di tutto rispetto, si ritiene che la città di Bratislava, capitale della Slovacchia, possa segnalarsi come la più vera e decisa antagonista della nostra Milano, forse perché ubicata al centro dell’Europa continentale o forse considerando che è l’unica capitale a non ospitare sin qui nemmeno uno degli organismi Ue. In più, la nomina aiuterebbe la Slovacchia a levarsi di dosso l’antipatica etichetta di nazione euroscettica che l’ha sin qui contraddistinta.

Ma è altrettanto vero che Bratislava non esercita un grande fascino nei confronti delle persone che stanno per traslocare da Londra. In molti si dichiarerebbero addirittura pronti a trovare un nuovo posto di lavoro piuttosto che trasferirsi con le proprie famiglie in un Paese dell’Est.

Insomma, ancora dieci giorni d’attesa e poi finalmente sapremo quale decisione sarà scattata. Noi, ovviamente, tiferemo Milano con tutte le nostre forze…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *