BICICLETTE CONTROMANO IN VIA BRERA

Da ieri il Comune di Milano ha deciso (ma non mancheremo di osservare presto il giudizio dei pedoni) di autorizzare tutti i velocipedi, che imboccano via Brera, a percorrerla a “senso unico inverso”. Detto in soldoni, mentre le auto continueranno a transitare per via Brera in una sola direzione, le bici avranno facoltà di inserirsi anche contromano.

Le varie associazioni a favore delle due ruote esultano per questo piccolo ma significativo intervento, che consente il transito senza ostacoli di sorta dalla Martesana fino a Piazza della Scala.

In effetti, in alcune città europee è già da tempo in vigore questa soluzione che il ministro Graziano Delrio, quando ancora occupava la carica di sindaco di Reggio Emilia, aveva adottato pionieristicamente su brevi tratti cittadini.

I lavori riguardanti la segnaletica di via Brera e adiacenze, erano già stati ultimati nei giorni scorsi: strisce bianche delimitatrici sul pavé, installazione di cartelli stradali e aggiornamenti semaforici all’angolo di via Monte di Pietà.

Il tutto consente alle bici di evitare di svoltare in via del Carmine e in via Ciovasso, con le difficoltà ben note del traffico locale.

Sin d’ora alcune osservazioni sono state effettuate da parte degli automobilisti, i quali segnalano che, curvando da via  Monte di Pietà, sussiste il rischio di imbattersi inaspettatamente in un ciclista, pur mantenendo la velocità massima consentita di 30 chilometri orari.

Annotiamo in ogni caso che l’introduzione del “senso unico inverso” si inquadra nel Piano urbano per la mobilità sostenibile (Pums) che si prefigge di ampliare da 210 a 300 i chilometri di percorsi ciclabili in città.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *