QUANDO I PICCIONI CREANO DISAGI

di Carlo Radollovich

Quando i piccioni aumentano considerevolmente in città e il loro numero non accenna a diminuire, il disagio che gli abitanti devono sopportare è decisamente pesante.

Non solo per i loro escrementi, veicolo di possibili malattie, ma anche per le dannose incrostazioni che si formano sui nostri balconi. Infatti, quando queste si depositano su marmi o su metalli, è a volte difficoltoso provvedere in modo accurato alla relativa pulizia.

Quando poi si rientra a casa, dopo un certo periodo di vacanza trascorso fuori città, l’essicamento del guano, constatato sulle ringhierette o su altre parti verniciate, si trasforma in un vero e proprio attacco, a volte in grado di giungere sino allo strato sottostante di metallo.

Meglio poi non descrivere le sporcizie che si notano nei sottotetti, sui cornicioni e in certi abbaini semiabbandonati.

E le colonie che i piccioni hanno impiantato a Camparada, un paese situato in provincia di Monza&Brianza, sono state sin qui tanto fastidiose e intense da obbligare il Comune ad intervenire con specifiche ordinanze. Ad esempio, è stato istituito l’obbligo di effettuare una disinfestazione periodica negli anfratti in cui questi volatili hanno nidificato e di rispettare il divieto relativo alla donazione di qualsiasi cibo. In caso contrario, scatterebbe un’ammenda a carico di coloro che non si attenessero a queste disposizioni.

Si ipotizza pure di limitare la loro eccessiva proliferazione mediante un’adeguata somministrazione di prodotti anticoncezionali, senza giungere al feroce proposito di abbattere i colombi in sovrannumero. Per la verità, quest’ultima disposizione stava per entrare in vigore in una località dell’Italia Centrale, a Chieti, quando il TAR provvedeva prontamente ad annullarla.

Per concludere, nessuno desidera dichiarare guerra ai piccioni, ma una razionale regolamentazione delle loro presenze in città sarebbe davvero auspicabile.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *