L’ABBRACCIO DELLA NUOVA ONDATA DI CALDO

di Carlo Radollovich

L’estate milanese non vuole abbandonare i nostri concittadini, già messi a dura prova per le elevate temperature da giugno ad agosto.

Non ci si lamenta di certo per il cielo senza nuvole e per la pseudo frescura mattutina (solo nel corso delle prime ore), ma per l’afa che si respira e per il grande caldo che, secondo il parere dei metereologi, dovrebbe ritornare più intenso che mai per il week-end e, con tutta probabilità fino alla fine del mese.

A proposito di poterci rinfrescare, ricordiamo che l’apertura del Lido, secondo quanto programmato, dovrebbe durare fino a domenica 24 agosto. Tuttavia, tenuto conto degli imprevisti “arrostimenti”, le autorità comunali hanno deciso di ritardarne la chiusura sino a domenica 3 settembre. Altrettanto dovrebbe scattare per le altre piscine.

L’estate che ancora ci abbraccia assai caldamente è simile a quella verificatesi nel 2003 ed e’ leggermente meno torrida rispetto a quelle del 2012 e del 2015.

Come reagire nel più sano dei modi? Senz’altro tornare in piscina per un rivitalizzante tuffo, così come parecchie migliaia di milanesi si erano affidati agli impianti di Milanosport nel corso delle settimane passate.

Durante i primi mesi di calura, si era voluto combattere “Caronte” a suon di bracciate in vasca e ora si cerca di sfuggire alla meglio alla furia africana di “Polifemo”.

E poiché tutto lascia supporre che i nostri concittadini rispondano all’appello “buttatevi in vasca”, è probabile che gli ingressi nei centri balneari milanesi raggiungano un numero di presenze pari al 25 per cento in più rispetto allo scorso anno.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *