METROPOLITANE M4 E M5

di Carlo Radollovich

Con l’intento, tra l’altro, di accelerare i tempi di realizzazione relativi alle linee M4 e M5, si è svolto un colloquio a Roma tra il nostro sindaco e il ministro dei Trasporti Graziano Delrio.

Per quanto riguarda la M4 (la cosiddetta Linea Blu, che collegherà l’aeroporto di Linate con il capolinea a San Cristoforo) resta confermato il costo complessivo dell’opera, che sfiora 1,9 miliardi di euro, di cui il 70 per cento proveniente da fondi pubblici e il 30 per cento da privati. Per quanto riguarda la sua apertura, non si evidenziano novità: resterebbe confermata l’inaugurazione entro il 2022.

Per quanto riguarda la M5, la ben nota Lilla, già perfettamente funzionante, è stata posta sul tappeto la possibilità di prolungare il suo percorso sino a Monza, dopo aver toccato Cinisello Balsamo, presentando contemporaneamente anche la prima fase di fattibilità tecnica. Il costo dell’operazione si aggirerebbe su 1,1 miliardi di euro e la metà di tale importo verrebbe coperto dal governo.

E ovvio che l’importanza della Lilla, una volta conclusa l’operazione prolungamento, accrescerebbe ulteriormente, superando quel flusso di passeggeri che già oggi si stima sulle seimila persone ogni ora.

Ma ecco in dettaglio le stazioni a cominciare da quelle che sono già operative in direzione nord e cioè Bignami e Testi. Poi verrebbero realizzate : Crocetta, Matteotti, Cinisello, Monza città, via Campania, via Marsala, via Cavallotti, Villa Reale, Ospedale San Gerardo, Polo Istituzionale Monza e Brianza. Ma esistono ovviamente alcune proposte relative a possibili varianti: entrando in Monza, ad esempio, si desidererebbe un avvicinamento piuttosto marcato alla stazione ferroviaria. Inoltre, toccando Cinisello, sarebbe utile e gradita una fermata davanti all’ospedale Bassini. Ma il tutto dovrà essere progettato quanto prima possibile, affinché si possa dare inizio effettivo ai lavori entro il 2021, come ipotizzato.

Rammentiamo che Monza sarà raggiunta nel 2019 dalla M1 (la Rossa). La partenza dei lavori è infatti già scattata a Sesto San Giovanni lo scorso mese di giugno.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *