LAGO DI COMO: COLONNINE PER LA RICARICA DI VEICOLI ELETTRICI

di Carlo Radollovich

E’ tempo di combattere seriamente l’inquinamento (vedi ad esempio i nocivi gas di scarico emessi dalle auto) che in tutta la Lombardia si estende con preoccupante continuità. Un positivo ed incoraggiante segnale ci proviene dal Lario, ove saranno installate entro la fine di maggio, sulle sue rive, diciassette colonnine in grado di ricaricare elettricamente tutti i mezzi che circolano in loco con motori alimentati da elettricità.

L’iniziativa è partita da ventisette Comuni delle province di Como e Lecco, da proprietari di hotel e da vari enti culturali, tra cui quelli legati a Villa Melzi d’Eril, Villa Olmo, Villa del Grumello, Villa Monastero, Villa del Balbianello. La finalità che ci si propone di raggiungere è appunto la riduzione dell’ammorbamento dell’aria provocato dei veicoli a benzina o a gasolio, promuovendo per contro la diffusione di mezzi elettrici che potranno rifornirsi in diversi punti del lago, anche a titolo gratuito nella maggior parte dei casi, favorendo turisti e residenti.

Le colonnine per la ricarica elettrica di veicoli, barche e persino biciclette, si potranno trovare a Como (10), a Lecco (1), a Lezzeno (1), a Erba (1), a Malgrate (2), a Cremia (1) e a Colico (1).

E a proposito di elettricità, si vuole rendere omaggio con l’occasione anche ad un illustre personaggio comasco, Alessandro Volta, quello straordinario ingegnere e fisico, inventore, tra l’altro, del primo generatore elettrico e del condensatore di elettricità. Oggi, Alessandro Volta e la sua Fondazione disporrebbero di una nutrita  serie di sostenitori che elogerebbero entrambi non soltanto per l’indiretta protezione dell’ambiente, ma anche per aver messo a punto, nel caso di Alessandro Volta, apparecchiature decisamente ecosostenibili.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *