UNA FERRARI PER I NOSTRI VIGILI URBANI

di Carlo Radollovich

Abbiamo sempre sperato che i nostri poliziotti potessero disporre di auto velocissime, pronti ad inseguire alle massime velocità chiunque avesse commesso reati assai gravi. Ora, i vigili milanesi dispongono di una vettura veramente super, ossia una Ferrari 458 spider (vedi foto), sequestrata ad un camorrista nella città di Napoli, di un bianco stupendo, del valore di circa 250mila euro. Una speciale carrozzeria l’ha opportunamente mutata in una sfrecciante auto della Polizia.

E’ entrata a far parte, con vivo compiacimento, del parco macchine dei nostri vigili urbani e ci si chiede se sia stata affidata definitivamente alle nostre guardie. Purtroppo, no. L’inchiesta, sfociata nel sequestro della vettura, dovrà ancora approdare in Cassazione e, sino a tale data, la Ferrari potrà restare in servizio solo temporaneamente. In futuro, dopo la definitiva confisca, potrebbe essere anche venduta.

Ma ciò non toglie che la macchina, seppure soltanto in “custodia”, possa fungere nel frattempo da vero e proprio simbolo di legalità, nell’ambito di quegli insegnamenti educativi,  a livello civico, che il Comune già da tempo prevede per i nostri ragazzi e adolescenti con appositi corsi.

Potremmo in sostanza considerarla come una sorta di “icona” contro la criminalità, anche per far comprendere alla cittadinanza che l’illecito è sempre da condannare, in qualsiasi modo esso si esprima.

Con l’occasione sottolineiamo che i nostri vigili dispongono pure di una trentina di macchine sequestrate alla criminalità e che le stesse vengono essenzialmente impiegate per servizi riguardanti i pedinamenti, sempre effettuati in abito borghese.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *