Inaugurazione dello Spazio DoloMiti

di Antonio Barbalinardo

Giovedì 2 marzo scorso in via Dolomiti, 11 nella Zona di Turro, l’Associazione Culturale City Art ha inaugurato e presentato il nuovo luogo espositivo di “Spazio DoloMiti” già denominato “Spazio City ART”, aperto nei locali in affitto del Comune di Milano nel territorio di NoLo, della zona Nord Loreto.

Tale spazio espositivo, a poca distanza dalla fermata della metropolitana Rossa di Turro, è stato riaperto con un nuovo look dopo un restyling del locale.

Il direttore Artistico Angelo Caruso, la presidente dell’Associazione City Art Viola Caruso e gli associati hanno voluto col nuovo nome “Spazio DoloMiti” omaggiare la via Dolomiti dove sono operativi e dare una nuova grafica.

Inizialmente chiamato “Spazio City ART”, lo spazio è stato ufficialmente aperto nel 2011, ma l’Associazione Culturale City Art era già attiva sul territorio da oltre un decennio, dove ha svolto e continua a svolgere la sua attività e ha al suo attivo moltissimi eventi e mostre.

Molto importante è stato il ruolo dell’Associazione “City ART” nel corso degli anni svolto con il coinvolgimento dei cittadini in un continuo dialogo e confronto culturale, ruolo propositivo non solo svolto nel variegato tessuto territoriale multietnico e multiculturale che ha una forte intensità abitativa di cittadini d’origine straniera. L’Associazione Culturale “City ART” ha costruito così un rapporto e dialogo anche con le diverse realtà scolastiche del territorio, con il mondo associativo sociale e culturale, con il Consiglio Circoscrizionale 2 oggi Municipio 2 e con la stessa Amministrazione Comunale Centrale nel Settore della Cultura.

entrata_dolomiti
L’ingresso allo spazio espositivo

Così il nuovo “Spazio DoloMiti” sulla traccia dell’ex “Spazio City ART”, oggi s’inserisce a pieno titolo nel quartiere di Turro, vicino al Naviglio Martesana, ma vicino anche a via Padova, via recentemente rimasta sotto i riflettori dei media per le note vicende che si sono verificati nel territorio circostante piazzale Loreto. Il mondo dell’associazionismo sociale e culturale ha saputo reagire e contribuire nell’affrontare tale disagio con l’organizzazione di diverse attività sociali e culturali e nel maggior coinvolgimento dei cittadini che lì vivono.

A tale riguardo la storia dell’Associazione Culturale City Art, fondata dall’artista Angelo Caruso, già da diversi anni aveva svolto un opera di coinvolgimento del variegato tessuto sociale dove gli stessi abitanti dei caseggiati li ha fatto diventare protagonisti degli eventi che l’Associazione organizzava. E’ opportuno ricordare che nel mese di maggio 2014, nel cortile della storica casa di ringhiera di via Boiardo 11, conosciuta anche come “Il Cairo”, un caseggiato di edilizia popolare di fine 1800, lì convivono armoniosamente cittadini di diversi paesi del mondo, un luogo multietnico. In questo particolare caseggiato sono state svolte diverse attività culturali tra cui anche quelle musicali come fu in particolare l’edizione di “PIANO CITY MILANO 2014”, evento organizzato dall’Amministrazione Comunale ma fu molto importante il contributo organizzativo dato dall’Associazione Culturale City Art per la riuscita della manifestazione musicale cui parteciparono il pianista Dario Yassa e la pianista Rosy Caruso, casualmente con lo stesso cognome del Direttore Artistico Angelo Caruso.

caruso
Angelo Caruso, Roberto Borghi e Fiorella Cicardi presentano la mostra

L’inaugurazione dello “Spazio DoloMiti” si è svolta in concomitanza con la presentazione della mostra “NoLo bruciare con l’acqua lavare col fuoco”, dell’artista Fiorella Cicardi, curata da Roberto Borghi. L’artista Fiorella Cicardi ha frequentato l’Accademia delle Belle Arti di Brera con il professor Luciano Fabro, ha lavorato come regista televisiva e da alcuni anni ha ripreso l’attività creativa di opere che son delle sculture particolari da parete o anche da pavimento, sculture piane e disegnate.

La mostra è stata aperta dal Direttore artistico di “Spazio DoloMiti” Angelo Caruso, dove ha presentato l’artista Fiorella Cicardi e ha riferito sulla mostra stessa, che hanno voluto presentare in occasione dell’inaugurazione dello spazio espositivo. All’inaugurazione era presente Giulio Gandolfi Presidente della Commissione Cultura del Municipio 2, che ha espresso complimenti all’artista Fiorella Cicardi per la significativa mostra e ha anche ringraziato Angelo Caruso per il suo grande impegno culturale che da anni svolge nel territorio del Consiglio di Zona 2 oggi Municipio 2.

operaÈ intervenuta l’artista Fiorella Cicardi che ha illustrato quella che rappresenta la sua mostra, nel simbolismo che richiama il fuoco, l’acqua e le stesse barche inserite nell’opera.  Ha riferito che Lei vive in questo territorio del NoLo ovvero Nord Loreto, un territorio che ha particolari problemi sociali, vicino al fiume Martesana; cosi nella sua simbologia del fuoco, dell’acqua, delle barche, dei cerchi e dei triangoli lei identifica il suo territorio che oggi può rinascere, ma ha bisogno prima di bruciare con l’acqua e lavarsi con il fuoco. Tale sua idea è confermata dal fatto che oggi il territorio del NoLo è oggetto d’attenzione da parte di artisti e designer che si stanno avvicinando a questo quartiere.

Il critico Roberto Borghi ha riferito delle dinamiche del simbolismo con la geometria stessa della proposta artistica nel cercare il significato dei contenuti del territorio riferendo che l’arte di Fiorella Cicardi s’innesta in una aritmetica cosmologica e una geometria sacra.

Un momento della mostra
Un momento della mostra

È intervenuto anche il critico Giovanni Salvati, dove ha riferito che l’opera di Fiorella Cicardi oltre alla rappresentazione simbolica rappresenta un cammino dove l’acqua all’interno delle tre vasche a forma di barche rappresenta l’energia femminile che crea equilibrio.

Così è terminata la presentazione e l’inaugurazione della mostra “NoLo bruciare con l’acqua e lavare col fuoco” che resterà aperta fino al 25 marzo; per ogni informazione delle attività dell’Associazione Culturale City Art si può consultare il sito: www.cityart.it

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *