ARRIVA “RISTORANTE SOLIDALE”: CIBO A DOMICILIO CONTRO GLI SPRECHI

di G.P.

E’ partito oggi, mercoledì 22 febbraio 2017, con la consegna dei primi 38 pasti caldi a tre comunità milanesi e di 100 pizze al Refettorio Ambrosiano, “Ristorante Solidale“, il progetto – patrocinato dal Comune e sviluppato in collaborazione con Just Eat, Caritas Ambrosiana e Pony Zero – che si pone come obiettivo la riduzione degli sprechi di cibo e la re-distribuizione delle eccedenze alimentari.

Stando agli ultimi dati della FAO, si calcola che ogni anno vada sprecato oltre un miliardo di tonnellate di cibo, pari ad un terzo della produzione totale destinata al consumo umano e ad un valore economico di circa 13 miliardi di euro: “Ristorante Solidale” – oltre che sensibilizzare i cittadini su questo fenomeno – si propone di agire concretamente, mettendo in contatto, grazie alla tecnologia, 12 ristoranti partner aderenti di Just Eat (il giapponese Kombu, i tre ristoranti di C’era una volta una Piada, Lapa Milano – Ristorante brasiliano, Tram – Laboratorio del tramezzino Veneziano, i 2 ristoranti Il Bue e la Patata, l’Hamburgheria di Eataly, I Mangiapolenta e i negozi di Panini Crocetta) – con coloro che ne hanno più bisogno. Grazie al servizio di food delivery di Pony Zero, le eccedenze alimentari, le materie prime non lavorate e i prodotti freschi non utilizzati di questi ristoranti verranno consegnati a domicilio alle comunità o ai refettori selezionati da Caritas Ambrosiana.

Nella giornata di debutto del progetto “Ristorante Solidale”, le comunità di accoglienza milanesi che hanno ricevuto i pasti sono state: “Pani e Peschi”, una casa per adolescenti che soffrono di disagi psichici, “Casa Alloggio Centro Teresa Gabrieli”, una casa d’accoglienza per pazienti affetti da HIV e “La Locomotiva”, una casa-famiglia per minori.

Il Country Manager di Just Eat in Italia, Daniele Contini, ha già fatto sapere che nei prossimi mesi il progetto di solidarietà si estenderà anche alle città di Torino e Roma.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *