“OCCHIO ALLE 2 RUOTE”: PER LA SICUREZZA DI CICLISTI E MOTOCICLISTI

di G. Perugini

Il Comune di Milano con il sostegno di Fondazione italiana per le 2 Ruote e il patrocinio del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha lanciato “Occhio alle 2 Ruote”, la campagna sulla sicurezza stradale ideata da Confindustria Ancma, l’associazione nazionale che riunisce tutti i produttori italiani di cicli, motocicli e accessori.

L’obiettivo della campagna “Occhio alle 2 Ruote” è aumentare il livello di attenzione di conducenti e passeggeri di autovetture (questi ultimi spesso rei di aprire la portiera senza neanche dare un’occhiata alla strada) nei confronti di ciclisti, scooteristi e centauri. Secondo gli studi approfonditi del MAIDS Motorcycles Accidents In-Depth Study, infatti, la causa primaria degli incidenti che coinvolgono utenti delle due ruote – a motore e a pedale – sarebbero dovuti nel 70% dei casi all’errore umano del conducente dell’altro veicolo e, principalmente, alla mancata percezione da parte di questi del sopraggiungimento del mezzo a due ruote.

Inserita nel più ampio progetto europeo di “Road Safety Strategy” promosso da Acem, la campagna di “Occhio alle 2 Ruote” si sviluppa a livello nazionale e locale grazie a spot televisivi sulla sicurezza stradale, siti web, social network e riviste di settore capaci di educare e sensibilizzare il pubblico, ma anche con il coinvolgimento direttamente sul territorio di operatori di car sharing come Car2Go, Enjoy, Twist, E-Vai, GuidaMi e Share’nGo e di alcune compagnie di taxi di Milano, come MyTaxi, che hanno deciso di aderire alla campagna applicando sui finestrini delle loro vetture adesivi e vetrofanie speciali che invitano guidatori e passeggeri a prestare attenzione alla presenza di biciclette e motocicli sulla strada.

Per maggiori informazioni sul progetto Vi rimandiamo al sito ufficiale dell’iniziativa che contiene anche molti consigli utili sull’uso in totale sicurezza di moto e biciclette in città, e informazioni aggiornate sulle principali leggi e norme del codice della strada.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *