UFO: IN MESSICO I RESTI DI UN ALIENO CARBONIZZATO.

di R. Righi

Avvistamenti di Ufo ce ne sono sempre moltissimi. Uno dei luoghi dove questi fenomeni sono decisamente più frequenti è la penisola dello Yucatan. Ne sono stati rilevati parecchi nel 2013 quando si verificò una caduta di meteoriti tanto potente da causare l’interruzione della corrente elettrica in tutto il territorio.

Questo luogo peraltro è già stato studiato perché si ritiene che qui sia caduto l’asteroide che milioni di anni fa colpì la terra e causò la fine dei dinosauri. Inoltre, in queste località sono molto più frequenti gli avvistamenti di oggetti non identificati e i fenomeni legati a probabili contatti con extraterrestri.

Il quotidiano “Sun” ha riportato foto e notizie di questi ritrovamenti dopo la recente esplosione meteoritica che ha creato panico nelle popolazione che abitano la zona. Quello che appare più inquietante è che sarebbe stato ritrovato il corpo di un alieno con gambe e braccia e un torso, come si può vedere nella foto.

Naturalmente, non c’è una spiegazione scientifica univoca. Alcuni pensano che potrebbe trattarsi piuttosto di un robot umanoide, molto probabilmente legato a una antica tecnologia aliena. Sarebbe da escludere che si tratti di un corpo di alieno. Si propende piuttosto per un drone, un robot, o addirittura una tuta spaziale che ha resistito al tremendo impatto del meteorite.

Altra conferma sarebbe quella delle persone che si sono recate sul luogo successivamente all’impatto. Avrebbero trovato “parti” sparse tutto intorno, non quindi resti di un cadavere, ma pezzi di qualche struttura tecnologica che non ha resistito alla collisione. Potrebbe trattarsi, in pratica, di oggetti cavi all’interno, in altri termini gusci vuoti, che fungevano da protezione. (Non me ne vogliano gli ufologi ma, potrebbe anche darsi il caso che chi ha raccolto questi pezzi sparsi abbia voluto di proposito dar loro una parvenza umana).

Comunque sia, qualcuno si è spinto oltre nella spiegazione. E ha sostenuto che potrebbe trattarsi di un drone o robot che volava nel nostro spazio aereo: dovendo effettuare delle operazioni di manutenzione dell’astronave, per errore si è staccato dalla postazione di base, finendo nel nostro campo gravitazionale e, attirato dall’atmosfera, è stato bruciato e fuso nel percorso compiuto per arrivare sulla terra.

Insomma, consoliamoci. Se ci può fare piacere, possiamo dire che anche gli alieni, per quanto molto più progrediti di noi, ogni tanto commettono qualche errore…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *