ORRIDO DI BELLANO (LECCO): MAGNIFICO RESTYLING

di Carlo Radollovich

Questo caratteristico Orrido, serrato da rupi assai alte, risulta formato da rocce formatesi  più di quindici milioni di anni fa, le quali, per effetto di erosioni provocate dal torrente Pioverna, hanno originato stupendi salti d’acqua.

Il corso d’acqua Pioverna nasce alla Bocchetta di Campione (monte Grigna) e, dopo aver ricevuto a Taceno le acque del torrente Maladiga, crea un Orrido che attrae da sempre la curiosità di turisti o di semplici visitatori.

Le spettacolari cascate suscitano, a prima vista, una certa emozione, ma meritano di essere osservate da vicino, approfittando del fatto che le stesse, da alcuni giorni, sono state ufficialmente riaperte al pubblico a seguito di un attento e scrupoloso restyling di questo singolare angolo della natura lombarda, ristrutturazione durata oltre sei mesi e costata la notevole somma di 40mila euro circa.

Infatti, le cascate risultano ora in totale sicurezza; è stato messo a punto un nuovissimo impianto di illuminazione che consentirà di osservare i salti d’acqua anche durante le ore serali, sono stati installati bagni pubblici e sono stati risistemati diversi tratti delle passerelle pedonali.

Nel corso dei mesi di luglio e agosto, l’Orrido rimarrà aperto tutti i giorni e saranno pure consentite visite serali dalle 20,45 alle 22,30.

Va detto che il Comune di Bellano si è prefissato di raggiungere un ambizioso traguardo: superare, nel corrente anno, le 30mila visite.

Certamente, il fascino dell’Orrido è ora al top e gli amanti di queste strane particolarità naturali non potranno che aumentare nel territorio di Bellano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *