MIGLIAIA DI EVENTI PER ONORARE EXPO

 di Carlo Radollovich

Un primo “assaggio”, giusto per farci assaporare in anteprima l’Expo, l’abbiamo gustato ieri con l’inaugurazione della ristrutturata Darsena. Cittadini e turisti, assiepati in settantamila ai bordi e sulla passerella metallica, hanno elogiato questo speciale occhio di vetrina milanese che sicuramente darà risalto a tutti noi.

In molti hanno espresso uno specifico auspicio ossia la pulizia del luogo e l’avvio deciso di un particolare senso civico: risparmiarci la visione, dopo un giorno di festa, di decine (o centinaia) di lattine e bottigliette vuote. C’è però anche qualche critica: la prima riguarda la mancanza delle paratie che proteggerebbero da possibili cadute in acque decisamente profonde. La seconda riguarda l’insufficienza del verde: un angolo tanto carino, manca in effetti di molti alberi e di aiuole.

Ma eccoci pronti ad introdurci nel mondo di Expo. Dal 1° maggio, e per tutti i sei mesi di vita, assisteremo a un susseguirsi di spettacoli vari, concerti, sfilate di moda, mostre di varia natura, avvenimenti sportivi, eccetera.

Il programma è davvero vastissimo, già stilato, e comunque in costante aggiornamento. A partire da sabato 2 maggio, ogni quindici giorni, sarà possibile ritirare una copia dell’edizione cartacea (formato tabloid). Centomila copie per ogni numero saranno infatti ottenibili da parte degli interessati presso le stazioni della metropolitana, nelle biblioteche, nei musei, in un vasto numero di negozi e nei centri culturali.

Altri punti di riferimento per cittadini e visitatori saranno i vari blog, curati per la maggior parte da studenti, sui quali si potranno leggere articoli che raggrupperanno descrizioni di eventi, presenteranno recensioni e interviste. Novità di prestigio: il tutto sarà redatto in sette lingue. Non certo per falsa modestia, possiamo affermare che assisteremo ad un immenso palinsesto di avvenimenti di enorme interesse, nei quali il turista sarà sempre “accompagnato” e mai lasciato solo.

Tutti i giorni di vita dell’Expo saranno integralmente vissuti grazie ad un preciso calendario, illustrato con dovizia di particolari.

Citiamo in breve gli avvenimenti di maggiore spicco che si susseguiranno nei primi quindici giorni di vita dell’Expo: la Turandot di Puccini alla Scala, le visite guidate al Museo Astronomico, all’Orto Botanico, alla Darsena; si potrà assistere a varie mostre presso il Museo delle Culture, il Palazzo della Ragione e a Palazzo Reale.

Insomma, oltre ad accogliere turisti e visitatori sotto un aspetto organizzativo che richiama realtà di elevata specializzazione, confidiamo che i milanesi possano mettere in mostra con l’occasione anche una loro specifica caratteristica: la generosità, da sempre evidenziata nel vecchio adagio “Milan col coeur in man”…

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *