ACCORDO ATM-SINDACATI: PER EXPO BUS IN ESERCIZIO ANCHE DI NOTTE

di Carlo Radollovich

Dopo una lunga e complessa trattativa, l’Azienda Tranviaria e i sindacati di macchinisti e tranvieri hanno raggiunto una non facile intesa.

Infatti, per tutti i sei mesi in cui l’Expo sarà operativa verrà assicurato agli utenti (così ci viene promesso) un notevole potenziamento dei mezzi, i quali saranno massicciamente in funzione non solo durante il giorno, ma anche nel corso di tutta la notte, ventiquattro ore su ventiquattro.

Il primo punto base, di rilevante importanza, su cui si fonda l’accordo, prevede che per quest’anno si rinuncerà all’orario estivo, ossia non vi sarà una riduzione dei mezzi pubblici che di norma si verificava durante la stagione più calda e che consentiva ai lavoratori di effettuare le ferie in questo periodo di tempo. Inoltre, a fronte dell’impegno che i lavoratori si accolleranno durante i vari week-end, decisamente onerosi per il considerevole traffico, gli stessi godranno di vari incentivi, vale a dire una serie di tangibili riconoscimenti espressamente studiati.

L’accordo contempla pure l’assunzione di cinquecento lavoratori da parte dell’Atm nonché la concessione di un bonus di 25 euro mensili a tutti i dipendenti.

Ma ecco un ulteriore punto di notevole importanza: nel semestre maggio-ottobre, macchinisti  e tranvieri utilizzeranno ferie continuative per sole due settimane anziché tre, mentre tutti gli straordinari effettuati durante l’Esposizione verranno saldati con una maggiorazione del dieci per cento.

Come accennato, risulterà di particolare importanza il potenziamento dei servizi nel corso della notte: dalla sera sino all’alba si potrà viaggiare sui bus senza problemi. Ci  si potrà avvalere di tali mezzi al posto delle linee metropolitane o dei filobus (vedi circolare 90/91).

Ma anche certe linee di superficie, usufruibili di norma solo durante le ore diurne, potranno essere utilizzate anche di notte grazie ad appositi bus che copriranno, ad esempio, le tratte Quarto Oggiaro-Cairoli, De Angeli-Quinto Romano, Porta Volta-Cadorna.

Insomma, si sono studiate numerose soluzioni e facilitazioni con la finalità di favorire il trasporto dei moltissimi ospiti che verranno a visitarci e, contemporaneamente, si sono adottate speciali compensazioni, concrete, per i lavoratori duramente impegnati nel corso del “semestre”.

Tutti noi auspichiamo vivamente che non sorgano malaugurati intoppi durante l’esercizio delle molteplici ramificazioni (collegamenti, connessioni, allacciamenti vari, eccetera) affinché impreviste difficoltà o eventuali problematicità possano essere ridotte in modo consistente.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *