Festività della Madonna di Lourdes a Milano

di Antonio Barbalinardo

L’11 febbraio la Chiesa cattolica venera la memoria della Madonna di Lourdes, che rappresenta una delle più venerate apparizioni mariane. La venerazione alla Madonna di Lourdes, prende il nome proprio dal comune francese nel dipartimento degli Alti Pirenei, dove ci furono le apparizioni presso una grotta del piccolo sobborgo di Massabielle nella località di Lourdes.

Le apparizioni si ebbero tra l’11 febbraio e il mese di luglio 1858 alla giovane contadina Bernadette Soubirous che dichiarava di aver visto una “bella signora” che si presentò il 25 marzo 1858 come “l’Immacolata Concezione”.

Affermazione che lasciò tutte le autorità religiose incredule su quanto riferiva la giovane pastorella. Soltanto dopo molti anni la Chiesa approvò la sacralità del luogo e le apparizioni stesse. Così in moltissime città di ogni parte del mondo cattolico sono sorte nel corso degli anni chiese e parrocchie dedicate all’apparizione di Lourdes così come, sono sorte delle grotte che richiamano quella originaria di Lourdes.

La Chiesa cattolica fa commemorazione proprio l’11 febbraio, il giorno della prima apparizione dell’allora “bella signora” che coincide anche con la ventitreesima Giornata Mondiale dell’Ammalato.

A Milano, in via Lomazzo, 62 c’è la Parrocchia Santuario Basilica di Santa Maria di Lourdes, dove antistante al Santuario c’è la ricostruzione della grotta di Lourdes, luogo divenuto molto caro e importante per i fedeli milanesi che si recano lì a pregare.

La Parrocchia Santuario Basilica di Santa Maria di Lourdes di Milano ha celebrato la ricorrenza festosa con una serie di preparativi iniziate con il rito della novena e alcuni incontri di formazione e riflessione sulla solidarietà e la carità. Momenti celebrativi che sono iniziati il 2 febbraio e sono continuati fino all’11 febbraio che ha visto la presenza di Sua Eminenza il Cardinale Angelo Scola che alle ore 10 ha celebrato la Santa Messa.

1
Il Cardinale Angelo Scola celebra la Santa Messa nel Santuario Madonna di Lourdes di Milano

Nell’omelia Sua Eminenza ha detto: “Carissime, carissimi permettetemi di porgere idealmente una carezza e un abbraccio a tutti gli ammalati che sono qui presenti e a quanti verranno alla celebrazione del pomeriggio e alla via Crucis. Avrei voluto anche quest’anno, magari avrei partecipato soprattutto alla via Crucis. Ma come forse saprete, domani mattina presto a Roma incomincia il Concistoro dei Cardinali con il Papa che si concluderà sabato e domenica con l’imposizione della berretta ai nuovi Cardinali.

Domani e dopo, tutto il giorno i Cardinali di tutto il mondo discuteranno con il Santo Padre taluni problemi di riforma della Curia romana e questo mi costringe a prendere un treno oggi pomeriggio.

Tuttavia la mia vicinanza oggi soprattutto agli ammalati per quanto ne sono capace, vuol essere realmente molto speciale e molto stretta.

Il Santo Padre ha dedicato a questa bella giornata del malato che ormai arriva alla sua ventitreesima edizione e che non a caso è stata istituita da San Giovanni Paolo II.

Papa Francesco, ci ha rivolto un messaggio che ha questo titolo: “Sapienza del cuore” e come sottotitolo “Io ero gli occhi per il cieco, ero i piedi per lo zoppo”, è un versetto del libro di Giobbe di cui noi tutti conosciamo il travaglio di prove e di malattia”.

L’omelia di Sua Eminenza è proseguita con le riflessioni sulla malattia che può essere fonte di sapienza e sul male morale che c’è su ognuno di noi dove ha riferito: “Facciamo molto bene ad affidarci alla Madonna quando non stiamo bene e anche quando stiamo bene con la pratica del Santo Rosario”.

Il Cardinale Angelo Scola ha conclusa l’omelia riflettendo sul sottotitolo del messaggio di Papa Francesco facendo riferimento all’azione di carità piena che noi facciamo per i nostri cari ammalati e ha ringraziato tutti quanti sono vicini agli ammalati e i tantissimi volontari, che in tanti modi e forme fanno per gli ammalati e per gli anziani spesso soli.

La celebrazione Eucaristica è terminata con la consegna delle reliquie del Beato Paolo VI, consegnata dal Cardinale Scola ai responsabili dell’U.N.I.T.A.L.S.I., reliquie che verranno portate in pellegrinaggio e alla fine lasciate a Lourdes.

La festività della Madonna di Lourdes è stata celebrata in altri luoghi delle diverse diocesi mondiali e in particolare presso il Santuario di Lourdes in Francia.

3
La benedizione degli ammalati all’Istituto Palazzolo

Mi fa piacere ricordare l’emozionante celebrazione Eucaristica che si è svolta nel pomeriggio presso la chiesa della Cappellania dell’Istituto Palazzolo dove la Santa Messa è stata celebrata dal vice Cappellano Padre Roy Antony, celebrazione proseguita con l’esposizione del Santissimo Sacramento e la Benedizione Eucaristica degli ammalati e degli anziani ospiti lungo il corridoio della chiesa.

 

 

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *