RIFIUTI ORGANICI: I MILANESI TRA I PIÙ VIRTUOSI

 di Remo Righi

Il Consorzio Italiano compostatori ha diffuso i dati relativi alla raccolta dei rifiuti organici in Italia. La nostra città è tra le più virtuose al mondo, dimostrando in tal modo come i cittadini siano attenti all’ambiente e alla qualità della vita delle persone.

La raccolta differenziata dell’organico in Italia cresce al ritmo del 10% all’anno, basti pensare che nel 2013 si sono raccolte oltre 5,2 milioni di tonnellate. Milano è tra le città del mondo più attenta a questo problema in quanto ha esteso la raccolta di questo tipo di rifiuti sulla totalità dei suoi abitanti

Il compito non era facile perché occorreva cambiare una mentalità radicata ma i milanesi sono riusciti a farlo anche grazie al Comune e all’Amsa. Naturalmente, c’è spazio per migliorare ancora. Ma ciò sarà possibile perché i rifiuti organici non sono soltanto uno scarto ma una risorsa.

Lo conferma anche il direttore del Cic, Massimo Centemero che, tra l’altro, afferma: “il trattamento dei rifiuti organici è un settore industriale maturo, che contribuisce in maniera significativa al successo delle raccolte differenziate in Italia. Il settore inoltre è in costante evoluzione con enormi potenzialità di crescita e opportunità di sviluppo: il biometano e le bioplastiche rappresentano un esempio”.

Ricordiamo, infatti, che dai rifiuti organici, si può trarre energia per far funzionare un’automobile ma anche i fornelli o la caldaia di casa. E’ la nuova frontiera aperta dall’utilizzo del biometano, combustibile ottenuto raffinando il biogas generato dalla cosiddetta “digestione anaerobica” (tecnica utilizzata nel riciclaggio della frazione organica dei rifiuti che consente di abbinare il recupero di materia al recupero di energia).

Ammettiamolo, spesso la raccolta differenziata è faticosa, ma se ci porta a vivere meglio e, soprattutto, a risparmiare energia, ben venga!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *