Prevenire è meglio che curare: gli italiani d’accordo

di R. Righi

Il 60 % degli italiani fa almeno un esame l’anno a scopo preventivo. La notizia è positiva e conferma la filosofia ormai ben nota: meglio prevenire che curare.

Una ricerca realizzata dal Censis, l’istituto diretto da Giuseppe De Rita, e presentata al 34° congresso nazionale della federazione medico sportiva italiana che si tiene a Catania in questi giorni, conferma infatti che se potessero decidere come utilizzare i soldi pubblici in sanità, il 41% degli italiani li destinerebbe alla prevenzione e solo il 25% alla costruzione di nuovi ospedali. Ma vediamo anche quali sono i fattori che secondo gli italiani favoriscono il mantenere una buona salute:

49% stile di vita sano

39% ambiente sano

28% fattori ereditari

22% programmi pubblici di igiene e prevenzione.

Vediamo a chi gli italiani danno più fiducia quando si tratta della propria salute: il 50% al proprio medico curante, il 23% a programmi specialistici televisivi, il 18% a Internet, il 9,5% a amici e parenti. Sono molti gli italiani che fanno svolgere attività fisiche ai propri figli (circa l’88%). E solo il 22% ha rinunciato a palestre, piscine o altre attività a causa della crisi economica. Molto meno di coloro che invece hanno rinunciato all’uscita settimanale presso qualche ristorante.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *