La nuova Commissione europea

di Ida Ciaralli

La situazione dell’UE cambierà. Questo quanto la nuova Commissione europea dovrà dimostrare ai cittadini di tutti gli Stati membri e non solo. La nuova Commissione, che entrerà in carica il 1°novembre, sarà aperta alle riforme e pronta ad affrontare le attuali sfide politiche: reinserire le persone in posti di lavoro dignitosi, stimolare maggiori investimenti, assicurare prestiti bancari all’economia reale, creare un mercato digitale connesso, attuare una politica estera credibile e assicurare l’indipendenza dell’Europa in materia di sicurezza energetica.

La nuova squadra sarà composta da 7 vicepresidenti (sei più l’Alto rappresentante dell’UE per gli affari esteri e la politica di sicurezza comune, Federica Mogherini), ognuno a capo di un project team. Una squadra giovane: l’età media dei vice-presidenti è di 49 anni.

Una squadra solida ed esperta, composta da 5 ex primi ministri, 4 vicepremier, 19 ex ministri, 7 Commissari UE confermati e 8 ex deputati al Parlamento europeo.

Una squadra equa a livello di genere: le Commissarie donne sono ben 12. Tra queste, 3 coprono il ruolo di Vice-Presidente. Una squadra legittimata democraticamente: un terzo dei membri della Commissione ha partecipato alla campagna elettorale in occasione delle ultime elezioni europee dialogando con i cittadini. Il Collegio dei Commissari dovrà esser ora approvato dal Parlamento europeo. Una volta ricevuta l’approvazione da parte degli europarlamentari, la Commissione sarà ufficialmente nominata dal Consiglio europeo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *