PIANTE DI GRANOTURCO DAVANTI AL CASTELLO SFORZESCO

di Carlo Radollovich

Accolta con favore da parte di diversi milanesi intervistati in tv (“ove si rinforza qualsiasi tipo di verde, la città sembra ringiovanire”), ecco presentarsi in via Beltrami, fra i due padiglioni che fanno da ala all’Expo Gate, un inaspettato quanto gradito campo di mais. Si tratta di complessive 1600 piantine, alte due metri circa, che fanno bella mostra di sé su uno spiazzo di 400 metri quadrati. Ma non è tutto. Accanto a questa “piantagione” crescono pure ortaggi di stagione, dalle zucche alle zucchine, dalle carotine al sedano. Anche i bambini, come riteniamo, apprezzeranno questa novità agreste in pieno centro e saranno organizzati per loro (ma anche per turisti) speciali visite guidate che poi si estenderanno all’interno del Castello.

Dobbiamo tuttavia annotare che, a Palazzo Marino, non tutti condividono la presenza di questa “esplosione” di mais e di ortaggi vari a due passi dal Duomo, peraltro già sede di piccoli orti. Si teme che, procedendo di questo passo, anche altre illustri piazze milanesi possano subire questa ondata anomala di verde. Si sostiene infatti che, pur apprezzando il fiorire della natura sotto diversi aspetti, la città non sia il luogo adatto per far crescere piante destinate all’alimentazione nonché particolari verdure. I visitatori provenienti da altre città, si dice in sostanza, dovrebbero apprezzare le bellezze di Milano senza l’incomodo di questo verde posticcio. Giusto? Sbagliato? Valuteremo nei prossimi giorni il giudizio complessivo che la cittadinanza esprimerà al riguardo.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *