NOTE E COLORI IN BIBLIOTECA

di Fabrizio Ternelli

La “Lorenteggio” prosegue le sue interessanti iniziative con un concerto a ritmo di swing e una mostra di artistici segnalibri

Dopo il successo di Milan e la sua gent, il recital sui grandi poeti milanesi interpretato dall’attrice Gianna Coletti, la Biblioteca Lorenteggio presenta due nuove iniziative. Domenica 29 giugno, alle 11.30, sarà inaugurata la mostra di pittura Book’s people/Gente di letteratura, a cura dell’Associazione culturale “Un artista in bicicletta. Cultura mobile & Arti sostenibili”. Lo stesso giorno, alle 16, seguirà il concerto Swing, manouches e baùscia.

Entrambe le proposte sono di Roberto Sironi, pittore e musicista che nello spettacolo canta e suona la chitarra, accompagnato dal violino e dalla voce di Elizabeth Boudjema.

“La mostra”, spiega l’autore, “appartiene a un mio più ampio progetto artistico intitolato “People: pittura, parole e humor”, composto da rassegne a tema, come la letteratura, il cibo, la bicicletta, le discipline olistiche e altro ancora. L’esposizione è un viaggio nel mondo dei libri, tra i lettori, compiuto a colpi di pennello, con sagome e silhouettes realizzate in forma di segnalibri. Il risultato è uno stravagante campionario di umanità, un puzzle umanistico, un inventario di caratteri. Potrei definirlo anche una baraonda di tratti e ritratti, un’indagine “fantartistica”, un’inchiesta fantasmagorica e fumettistica sul ‘popolo della letteratura’. Il pubblico è libero di leggere le opere come la pagine di un volume aperto”.

Con queste originali definizioni, Roberto Sironi incuriosisce e invita a visitare la mostra. In seguito all’inaugurazione, nel pomeriggio, l’artista passerà dai colori alle note, tenendo il suo concerto.

“Lo spettacolo ha già ottenuto molti consensi ed è stato rappresentato nelle mie numerose tournées  all’estero, dove mi apprezzano come esponente della canzone d’autore italiana”, dice Sironi con soddisfazione. “È una performance di respiro europeo nella quale interpreto diverse mie canzoni in italiano, in francese e in milanese. Mi piace definire il concerto ‘metronomico’ perché la presenza dello swing è molto importante, anche se rimane un’esibizione intimista, dove si raccontano piccole storie dai sapori cinematografici”.

Ancora una volta, con un programma coinvolgente, la “Lorenteggio” dimostra di saper offrire piacevoli occasioni di intrattenimento.

“Recentemente abbiamo faticato ad accogliere tutte le persone che volevano partecipare ad alcune nostre iniziative, data la grande affluenza”, afferma Eleonora Lualdi, responsabile della biblioteca. “Ma siamo contenti così: vuol dire che le nostre scelte sono quelle giuste. Cerchiamo sempre di proporre manifestazioni e attività varie, per andare incontro alle attese degli utenti, grandi e piccini, diffondendo la cultura in modo divertente, senza mai annoiare. Collaboriamo anche con le associazioni che operano nella zona e lavoriamo costantemente per garantire servizi adeguati. Ci impegniamo soprattutto per fare della biblioteca un ‘avamposto’ contro ogni forma di degrado, un luogo dove sia possibile incontrarsi e socializzare in un clima amichevole e sereno. A giudicare dai risultati, posso dire, senza presunzione, che ci stiamo riuscendo”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *