CASA MERINI: LA CASA DELLE ARTISTE VINCE IL BANDO

L’assessore alla Cultura Filippo Del Corno ha annunciato il progetto vincitore del bando per la concessione in uso gratuito della Casa di Alda Merini in via Magolfa 32, in occasione dell’83° anniversario della nascita della poetessa. Se lo è aggiudicato l’associazione no profit “La Casa delle Artiste”. Si tratta di un progetto che, prima di tutto, valorizza la figura della poetessa e della sua opera, cogliendo pienamente l’obiettivo del Comune che in via Magolfa desiderava creare un luogo di aggregazione e confronto il più possibile aperto e che avesse come fulcro la figura di Alda Merini.


Il progetto della Casa delle Artiste punta alla valorizzazione della figura della poetessa, articolando una fitta serie di eventi, attività e incontri (almeno 4 ogni anno) che coinvolgeranno pubblici diversi, dalle scuole ai visitatori, dagli scrittori ai musicisti, dagli artisti affermati a quelli emergenti (è previsto anche un concorso letterario). E ancora, si organizzeranno corsi e seminari dedicati alle arti della pittura, ceramica, fotografia, regia, scrittura creativa, incontri con le scuole, ‘Poetry-slam’, gare di poesia, Jam session di musicisti, Flash mob artistici, aperitivi con artisti e workshop-laboratori.

La poetessa Alda Merini
La poetessa Alda Merini

Per quanto riguarda l’allestimento degli spazi, al piano terra sarà predisposto un vero e proprio ‘caffè letterario’ con una libreria specializzata in poesia e arte, fornita di raccolte di Alda Merini e altri volumi sia in vendita sia in consultazione.  Al primo piano, oltre a conservare la parte della Casa-museo, verrà realizzata una libreria cartacea e multimediale esclusivamente dedicata alla poetessa, con un accogliente spazio lettura.  Per una migliore fruizione del Museo, sarà realizzata anche una guida cartacea/multimediale corredata da una biografia della poetessa.

Casa Merini sarà aperta tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, differenziando gli orari e le modalità di visita degli spazi. In particolare, sarà possibile visitare il Museo su prenotazione dal lunedì al mercoledì; dalle 15 alle 19 nelle giornate di giovedì e venerdì; dalle 10 alle 13 il sabato e la domenica.
A partire da questo programma iniziale, l’associazione si prefigge comunque l’obiettivo di estendere l’apertura del Museo fino a 6 giorni a settimana anche senza prenotazione. Gli spazi dedicati alle attività e al ristoro saranno aperti dalle 11 alle 20 dal martedì al venerdì; dalle 10 alle 13 il sabato e la domenica; il lunedì su prenotazione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *