COME CAMBIERA’ “ilMIRINO”

Il costo della carta, della distribuzione, il sempre minore apporto della pubblicità stanno strangolando i giornali in genere, e, soprattutto, la free press. La nostra decisione di creare un sito e, quindi, di abbandonare l’edizione cartacea, nasce da queste considerazioni. C’è comunque un altro aspetto che riguarda più specificamente il problema della comunicazione sul quale vogliamo riflettere.

Dobbiamo renderci conto che la tecnologia sta modificando in maniera radicale l’informazione: nei contenuti, nelle tempistiche, nel rapporto che si instaura con gli utenti. Il flusso di notizie è aumentato in maniera esponenziale, così come il numero delle fonti. Un processo che sembra inarrestabile e necessita di una continua e attenta valutazione per dare valore alla moltitudine di informazioni presenti sul web.  

Quando ci si sposta su Internet cosa cambia? Rispetto a dieci anni fa le fonti e gli strumenti di informazione sono diversi e grazie agli strumenti digitali disponibili, è oggi possibile avere dei vantaggi incredibili, raggiungendo in tempi rapidissimi luoghi e fonti un tempo inimmaginabili.

Se prima come “Mirino” elaboravamo nel giro di un mese il prodotto cartaceo, con testi più “pensati” e “riflessivi”, ora dovremmo essere decisamente più rapidi, cercando di segnalare alcuni contenuti quasi in tempo reale. Naturalmente, non saremo mai in grado di evitare anticipazioni di altri siti più attrezzati e quotati, non abbiamo le strutture e le competenze sufficienti. Il nostro obiettivo sarà allora  di dedicarci soprattutto a un ambito territoriale più ristretto, la provincia, la città, la zona, cercando di dare celermente informazioni sui fatti che qui accadono, accompagnandoli con un commento, non polemico né banale, con una valutazione che in qualche modo possa interpretare i sentimenti dei cittadini e dei lettori. Lasciando spazio al loro punto di vista che può anche essere in certi casi punto di partenza per ulteriori approfondimenti. Il nuovo “Mirino”, in sostanza” avrà bisogno molto di più della collaborazione dei Lettori. E su questo noi facciamo molto affidamento!

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *